Le Web Directory servono alla SEO nel 2020?

Le web directory per lunghissimo tempo sono state utilizzate per acquisire visibilità sul web e per migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca. Ma sono ancora rilevanti in questa era di aggiornamenti Google continui?

Come ha detto il responsabile del reparto SPAM di Google (John Mueller), “in generale, no”. Ma le parole chiave in quella risposta sono “in generale”.

Ragionando su questo concetto, scopriamo se le directory web sono ancora utili per la SEO nel 2020.

Cosa sono in pratica le directory web?

Per capire meglio perché le web directory funzionano o meno nel 2020, abbiamo bisogno di un’introduzione.

Molte persone probabilmente pensano alle directory come a siti che elencano altri siti. Sebbene sia vero, la realtà è un po’ diversa.

Prima dei moderni motori di ricerca, le directory erano l’unico strumento per ottenere visibilità.

Perché sono state create le directory Web

Nei primissimi giorni di Internet, solo poche persone avevano un sito web. Le connessioni Internet erano poche e non c’era molto da guadagnare. Lentamente, sono stati creati diversi siti Web, in diverse nicchie di settore.

Tuttavia, per accedere a tali siti Web, era necessario ricordare i nomi di dominio, in quanto non esisteva Google.

Man mano che Internet cresceva, i siti Web aumentavano costantemente. Ben presto, le persone non riuscivano più a ricordare tutti quei nomi. Qui si concretizzò l’idea di Yahoo!… archiviare i migliori siti Web di settore, creando così la prima directory online.

Inizialmente, sono stati elencati solo alcuni siti Web, considerati “popolari” o quelli più meritevoli di essere menzionati. In questo modo, dovevi ricordare un solo sito Web (Yahoo!) per trovare tutti gli altri siti popolari o di qualità.

Le directory web hanno iniziato a guadagnare vendendo spazi pubblicitari o migliorando alcuni risultati in cambio di una commissione.

Perché le directory Web sono morte

Sfortunatamente, quando il numero di siti ha iniziato a diventare troppo alto, le persone hanno capito che non era conveniente navigare in tutte quelle categorie. Ci sarebbe voluto troppo tempo per trovare un risultato di qualità, e soprattutto imparziale.

Ecco come sono nati i motori di ricerca. Sarebbe stato di gran lunga più pratico digitare una parola chiave e ottenere un elenco dei migliori risultati, piuttosto che sfogliare migliaia di  categorie cercando di capire quale sito Web fosse di nostro interesse.

I motori di ricerca hanno iniziato a lavorare con algoritmi, proprio come fanno oggi. A seconda delle parole chiave nel titolo (e considerando diversi altri fattori) alcuni siti venivano posizionati meglio di altri.

Yahoo! aveva il suo motore di ricerca. Tuttavia, Google ha iniziato a dominare il mercato per la miglior qualità del suo algoritmo.

L’eredità della directory Web

Anche se le directory web sono diminuite drasticamente in popolarità, le persone hanno continuato ad utilizzarle. Ma con uno scopo diverso.

Le persone iniziarono ad utilizzare le directory per creare backlink e implementando nuove strategie di marketing online.

La maggior parte delle volte, le directory web erano attive solo perché i link portavano a miglioramenti nel posizionamento di un sito sui motori di ricerca. Si cercava di essere presenti in più directory possibili, anche a pagamento. Per questo anche le directory iniziarono ad essere piene di contenuti SPAM.

I costi di pubblicazione erano generalmente bassi. Ma oggi, una directory web può aiutarti a migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca?

Le Directory Web funzionano ancora per la SEO nel 2020?

Le web directory probabilmente hanno ancora un piccolo impatto sul posizionamento, proprio come qualsiasi altro backlink costruito ad hoc. Tuttavia, nel corso degli anni, diversi abusi hanno portato Google a penalizzare diverse directory in modo severo. Con l’ascesa di Penguin, molti di questi link vengono automaticamente ignorati (se sei fortunato).

Quindi a cosa si riferisce quel “in generale no” di cui abbiamo parlato ad inizio articolo?

Vediamo perché le directory web hanno, ad oggi, una cattiva reputazione in ambito SEO.

Principali problemi delle directory web nella SEO

In poche parole, quali sono i rischi delle attuali directory web utilizzate in una strategia SEO?

  • Spesso le directory web sono ricche di SPAM, questo potrebbe penalizzare tutti i siti di qualità reperibili in questo spazio;
  • Molte directory non sono più gestite o supportate: con la riduzione degli incassi, molte directory sono state abbandonate a loro stesse;
  • L’impatto dei link, molto spesso sarà minimo in termini SEO;
  • Un utilizzo improprio o massivo di web directory, potrebbe portare ad una forte penalizzazione Google.

Questo non significa che verrai penalizzato se invii il tuo sito a una directory. Certamente se trovi un sito interessante, con contenuti interessanti… un collegamento può essere d’aiuto per migliorare la tua visibilità!

Controlla però la “bontà” dei link che andrai ad acquisire. Qual è la loro autorità di dominio? Il loro profilo di backlink può essere considerato spam? Si collegano a siti Web di qualità oppure ad un gruppo di siti considerati “dannosi”?

La directory è in qualche modo rilevante per il tuo sito Web? Se la risposta è no, allora dovresti starne lontano.

Conclusione

Generalmente dovresti evitarle, ma a volte l’invio di directory web potrebbe essere utile, soprattutto quando si tratta di aziende locali e SEO locale. Prima di inviare i tuoi collegamenti, assicurati che la directory online sia pertinente alla tua nicchia e abbia un buon profilo di backlink.