Adattare una strategia PPC alla pandemia COVID 19

L’attuale situazione mondiale ha causato uno sconvolgimento della vita così come la conosciamo, mentre allo stesso tempo sta creando un cambiamento rivoluzionario nel mondo del business.

A seconda delle aziende che gestisci, potresti riscontrare un calo delle vendite senza precedenti o un aumento dei livelli di interesse.

Qualunque sia il settore in cui ti trovi, non dovresti continuare a pubblicare gli stessi annunci che hai sempre pubblicato online.

Dedica un po’ di tempo a riflettere su come la tua messaggistica pubblicitaria, i prodotti che stai promuovendo e il tuo targeting si collegano alla mentalità del tuo pubblico in questo momento.

In questo articolo, troverai diverse idee per adattare la tua strategia PPC nei tempi che cambiano.

Trova nuove opportunità per il pubblico

A causa delle nuove linee guida, del distanziamento sociale e delle chiusure delle industrie non essenziali, molte aziende vedono una risposta ridotta o piatta da parte del loro pubblico di acquisto normale.

Tuttavia, potrebbero esserci opportunità di riposizionare la tua azienda o persino di offrire nuovi prodotti pertinenti al momento attuale.

Se sei coinvolto nella promozione di eventi, potresti iniziare ad aiutare le persone a promuovere eventi digitali.

Se vendi abbigliamento, dovresti disattivare gli annunci di abbigliamento per “professionisti” e promuovere abiti in cui le persone possano stare bene a casa.

Non tutti gli annunci devono farti guadagnare

Nelle menti incentrate sul ROI, un team di marketing può avere difficoltà a passare alla pubblicazione di annunci non direttamente destinati a vendere.

Tuttavia, quando le persone si trovano ad affrontare l’incertezza, possono non essere in vena di acquistare subito.

Puoi parlare di argomenti che hanno senso per il tuo brand, senza spingere palesemente la vendita di un prodotto.

Inizia a seminare oggi… per raccogliere domani!

Potresti anche trovare opportunità di collaborare con enti di beneficenza e organizzazioni locali che stanno aiutando le persone bisognose.

Usa il tuo budget pubblicitario, ad esempio per promuovere un’organizzazione.

Considera di attivare nuovi canali

Se in passato ti sei concentrato principalmente sulla ricerca, ora è il momento perfetto per valutare i canali social.

I costi pubblicitari sono in calo e la concorrenza è inferiore perché molti grandi marchi si sono ritirati dalla pubblicità.

I CPM di Facebook, alla fine del primo trimestre, erano in calo del 50% rispetto allo scorso anno e le impressioni sono più che raddoppiate.

Mentre le persone potrebbero non avere una mentalità d’acquisto istantanea, a seconda di ciò che stai offrendo, puoi provare a promuovere contenuti di canalizzazione più alti in un momento in cui i CPC / CPM sono probabilmente più economici.

Anche se il tuo pubblico non è interessato ad effettuare acquisti immediatamente, puoi indirizzarli al tuo sito e aggiungerli al pubblico di retargeting per convertire le visite in seguito.

Inoltre, il retargeting delle visualizzazioni video su Facebook e Instagram ti consentono di catturare l’interesse di persone che potrebbero non aver visitato il tuo sito ma che si sono prese il tempo di guardare un contenuto multimediale.

Questo è un altro ottimo modo per capitalizzare le persone che trascorrono più tempo sui social media mentre sono chiusi a casa.

Evita il Newsjacking

Allo stesso tempo, avendo nuovi approcci da testare, dovresti stare attento a tenere presente i punti di messaggistica e le tattiche che non sono idonee in questo momento.

Prima di tutto, quante pubblicità hai visto mostrare come un brand si preoccupa per te “in questi tempi incerti”?

Non dovresti fare un newsjack alla pandemia COVID-19 solo per citarla.

Se prevedi di fare riferimento allo sconvolgimento del nostro mondo attuale, assicurati di fornire un vantaggio tangibile che il tuo brand può offrire, in modo raffinato.

La capacità di mantenere le distanze dalle altre persone è un punto di forza ai sensi delle restrizioni COVID-19.

Molte aziende si affidano a fiere per generare vendite e, con gli eventi personali annullati, stanno cercando altri modi per riempire la canalizzazione.

Conclusione

Alla luce di questi punti, fai un passo indietro e fatti alcune domande sugli sforzi PPC del tuo marchio.

  • Ci sono adattamenti del pubblico che dovresti fare per raggiungere le persone alla luce della situazione attuale?
  • Il tuo mix di canali attuale ha senso?
  • Ci sono promozioni di alto livello che potresti essere in esecuzione per sfruttare il traffico di annunci social a basso costo?
  • La tua comunicazione risulta efficace?
  • Se alludi alla pandemia e ai suoi effetti, offri stimoli utili o interessanti?
  • Ci sono vantaggi che il tuo prodotto o servizio può offrire in modo specifico alla situazione in cui si trovano le persone (come aiutarli ad adattarsi all’essere a casa a lungo termine)?

Rispondi a queste domande e migliora le tue promozioni.

Il tuo pubblico apprezzerà il valore aggiunto un brand che impiega il tempo necessario per relazionarsi con la situazione che le persone stanno attraversando.