5 consigli SEO e-commerce per migliorare il traffico organico

Stiamo vivendo un periodo incerto, con aziende chiuse e persone che rischiano di perdere il lavoro.

Alcuni settori come quello dei viaggi e del turismo sono stati colpiti duramente, mentre alcune aziende guidate dall’e-commerce, o che forniscono un servizio di cui le persone hanno bisogno (ad esempio Zoom) stanno prosperando proprio ora.

Google ha lanciato una serie di post sul proprio blog che presenta casi di studio su come la SEO può aiutare le aziende.

Nel loro primo post, hanno parlato di investimento SEO, spiegando in che modo possono aiutare un’attività.

Tutte le aziende dovrebbero prendere seriamente questi consigli: oggi la SEO guida la maggior parte del traffico e delle entrate per molti marchi.

La pandemia ha stravolto le nostre vite: il comportamento delle persone continuerà a cambiare e gli utenti finali, probabilmente, compreranno più cose online.

Anche se le cose non torneranno presto alla normalità, ecco un elenco di cinque attività che le aziende di e-commerce possono controllare, rivedere e/o implementare sui loro siti al fine di aumentare il traffico organico e generare maggiori entrate.

Aggiornamento delle schede di attività commerciali

La gestione dell’orario di lavoro e la chiusura dei negozi è un imperativo per le aziende che attualmente rimangono aperte (ad es. Supermercati, farmacie, stabilimenti alimentari, distributori di benzina, ecc.)

Le normative cambiano costantemente, quindi sarebbe bene che le aziende continuassero ad aggiornare i propri orari per migliorare le ricerche locali.

La ricerca locale è fondamentale per monitorare attività che hanno temporaneamente chiuso o cambiato l’orario. Sarebbe meraviglioso inoltre, avere a disposizione un inventario dei prodotti disponibili online.

I risultati della ricerca locale sono stati recentemente aggiornati per mostrare le opzioni di consegna, cena e asporto e per offrire una migliore esperienza utente fornendo informazioni preziose.

A lungo termine, dovrai poter ottimizzare le schede della tua attività commerciale affinché vengano visualizzate nei risultati di ricerca locali e per le query basate sulla posizione.

Ci sono molti modi per ottimizzare le tue schede, tra cui:

  • Ottenere recensioni positive.
  • Aggiornare nome, indirizzo e numeri di telefono.
  • Avere contenuti ottimizzati e localizzati.

Esecuzione di un audit tecnico

Esistono molti problemi che affliggono i siti di e-commerce e impediscono di ottenere una buona visibilità nelle pagine dei risultati di ricerca.

Ecco i problemi più comuni:

  • Contenuti duplicati a causa di URL indicizzati ma non correttamente canonizzati.
  • Nessuna strategia di reindirizzamento. Alcuni marchi eliminano le pagine quando un prodotto è esaurito, il che non è la cosa giusta da fare. È necessario predisporre un’adeguata strategia di reindirizzamento.
  • Tempi di caricamento scadenti a causa di numerosi script in esecuzione che potrebbero non essere necessari. Anche le immagini pesanti sono un problema comune.
  • Sitemap XML che non si aggiornano automaticamente per aggiungere nuove pagine o categorie di prodotti. Se il tuo sito ha una buona struttura, le tue pagine dovrebbero comunque essere raccolte, ma le sitemap XML aiutano, specialmente se hai un sito con migliaia di pagine.
  • Cattiva struttura dell’URL con decine di parametri e cartelle extra, che molto probabilmente sono causate dal tuo CMS.

Un audit tecnico è indispensabile per individuare errori che possono danneggiare il tuo sito e-commerce.

Creazione e ottimizzazione dei contenuti

Avere contenuti di alta qualità, in grado di soddisfare le intenzioni degli utenti, è più importante che mai.

Molti siti di e-commerce hanno pagine e descrizioni di prodotti – e persino pagine di categorie – con una quantità limitata di contenuti.

Viviamo in un mondo in cui gli utenti fanno domande e quelle domande, con le rispettive risposte, dovrebbero essere incorporate nella strategia dei contenuti.

Non tutti quelli che arrivano al tuo sito sono in fase di acquisto. Alcuni utenti sono nella fase informativa e vogliono saperne di più sul prodotto prima di acquistarlo.

Ad esempio, attualmente è difficile ottenere disinfettante per le mani, ma non tutti i disinfettanti per le mani sono efficaci contro il Coronavirus.

Se accedo ad un sito con cui non ho familiarità, e il sito vende disinfettante per le mani, una delle prime domande sarà: qual è il contenuto alcolico? È superiore al 65% per poter uccidere il Coronavirus?

Se la descrizione del prodotto e altre informazioni sulla pagina non possono rispondere a questa domanda, perché dovrei acquistarlo?

I marchi dovrebbero anche effettuare un controllo dei contenuti o far eseguire alla propria agenzia un controllo delle pagine del proprio sito per verificare se sono presenti elementi obsoleti che possono essere aggiornati, rimossi o uniti con altri per renderli più utili e pertinenti.

Google Shopping

Google ha recentemente inserito la possibilità ai commercianti di utilizzare Google Shopping gratuitamente.

I rivenditori otterranno “un’esposizione gratuita a milioni di persone che accedono a Google ogni giorno, per acquistare prodotti”.

E’ molto importante approfittare di questa situazione!

In conclusione

La SEO è uno dei canali di marketing più importante per vendere. Inoltre offre il miglior ROI.

Bisogna piantare il seme ora per vederlo crescere nel tempo. Potrai generare entrate incrementali e traffico altamente qualificato per il futuro, mentre vengono messe in atto le politiche e le procedure giuste per combattere questa pandemia mortale.

L’algoritmo di Google è basato su una macchina: se il comportamento dell’utente cambia, anche l’algoritmo dovrà cambiare.

Agisci ora prima che sia troppo tardi. Magari i tuoi concorrenti stanno già aggiornando i propri contenuti in ottica SEO!